Terremoto in Centro Italia, la Caritas cerca volontari

La delegazione delle Caritas del Nordest ha costituito un campo base per volontari a Santa Maria delle Grazie (Norcia), si chiede la garanzia di una presenza minima di 15 giorni. Ai volontari Caritas è richiesta piena disponibilità a confrontarsi con diverse tipologie di persone e di bisogni. Qui tutte le informazioni.

I devastanti eventi del Centro Italia hanno avuto inizio il 24 agosto, con un terremoto con epicentro Accumoli (Rieti), e sono proseguiti senza dare tregua fino a questi giorni, in cui la tragedia dell’hotel Rigopiano, travolto da una slavina a seguito dell’ennesimo episodio sismico, è diventata il simbolo di un’emergenza che pare non avere fine. L’incessante sciame sismico degli ultimi mesi ha interessato un’area molto vasta e diverse regioni, ma è a Norcia (Perugia) che si è registrato il terremoto più violento, la mattina del 30 ottobre scorso. Da subito, anche grazie alle generose donazioni raccolte con la colletta nazionale del 18 settembre, la rete Caritas si è mobilitata per fornire aiuti materiali e vicinanza alla popolazione delle zone colpite. Diversi volontari e operatori stanno condividendo con la gente del posto il percorso verso una “normalità” che – anche a causa dei gravi disagi causati da un inverno particolarmente freddo e nevoso – sembra sempre più difficile da ritrovare.

 

In particolare, la delegazione delle Caritas del Nord-Est Italia, della quale fa parte la Caritas di Udine, si è gemellata con la Caritas umbra di Norcia e Spoleto. Nello specifico, presso Santa Maria delle Grazie (Norcia) è stato costituito un campo base per i volontari che vogliono prestare servizio nelle zone terremotate, garantendo una presenza minima di 15 giorni. Ai volontari Caritas è richiesta piena disponibilità a confrontarsi con diverse tipologie di persone e di bisogni, mettendosi in gioco in una relazione di ascolto, vicinanza e attenzione ai singoli problemi e alle singole persone. Il servizio si svolge nell’ambito di un lavoro d’equipe, con il coordinamento sul posto di operatori Caritas con esperienze in altre situazioni di emergenza. Gli aspiranti volontari provenienti dal territorio della Diocesi di Udine possono rivolgersi per informazioni alla Caritas Diocesana (Michele Brusini, centrodocumentazione@diocesiudine.it).

 

 

 

Condividi questo articolo

Facebookmail