GIOCO D’AZZARDO: rischio, speranza e illusione

Presentato il progetto di ricerca della Caritas diocesana di Udine. Si svolgerà nei prossimi mesi e indagherà il fenomeno dal punto di vista quantitativo e qualitativo, con taglio sociale.

Lunedì 10 febbraio si è svolta la conferenza stampa di presentazione del progetto “Gioco d’azzardo: rischio, speranza e illusione” che verrà realizzato dalla Caritas diocesana di Udine con l’appoggio delle Caritas di Pordenone, Gorizia e Trieste e con il finanziamento delle BCC.
Tre, le azioni previste da un progetto di ricerca che vuole andare oltre ai dati, per conoscere il fenomeno del gioco d’azzardo dal punto di vista qualitativo, con taglio sociale.
1. Analisi dei dati quantitativi forniti da AAMS (Amministrazione Autonoma Monopoli di Stato) per cerare una mappa che riporti la diffusione del fenomeno sul territorio
2. Osservazione di alcuni punti di gioco dotati di macchinette (slot machines, VLT) ecc.
3. Ricerca-azione sui comportamenti di gioco d’azzardo degli adolescenti
 
Il punto di partenza è la consapevolezza che il gioco d’azzardo oggi è diversificato, accessibile, disponibile, facile, alienante e legittimato: si gioca poco (nel senso positivo del termine) e si azzarda molto. Le slot machine rappresentano forse l’emblema di questo nuovo tipo di gioco d’azzardo.
 
Di seguito le slides della presentazione, con i dati sul fenomeno del gioco d’azzardo in FVG.
 
 

 

Condividi questo articolo

Facebookmail