A Cividale si festeggia “Cittadini del mondo”, nell’ambito della Giornata mondiale del rifugiato

Il Centro Caritas diocesano e il Comune di Cividale-Ambito distrettuale del Cividalese promuovono venerdì 20 giugno un momento di socializzazione e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulla questione dei richiedenti asilo e rifugiati. Il progetto di accoglienza è in atto nei comuni del territorio cividalese.

Il 20 giugno 2014 anche a Cividale del Friuli si celebra la Giornata mondiale del Rifugiato. L’iniziativa è promossa dall’Ambito distrettuale del Cividalese e dal Centro Caritas dell’Arcidiocesi di Udine onlus.
 
Presso la località “Borgo Rualis” alle ore 17 inizieranno i tornei sportivi (calcio, volley e cricket) e i laboratori per i bambini. Alle 19 Cosmoteatro presenterà lo spettacolo “La casa dei tre bottoni” con testimoniante di giovani rifugiati. Alle 19.45 i saluti degli enti promotori. Alle 20 musica, danze e momento conviviale. I  25 giovani ospiti, provenienti da Afganistan, Pakistan e Iran, saranno tra i protagonisti della manifestazione, aderiranno ai tornei sportivi, porteranno le loro testimonianze, offriranno cibi tradizionali dei rispettivi Paesi d’origine.
 
Un momento di socializzazione per stare insieme e anche per sensibilizzare la cittadinanza sul diritto di asilo e presentare il progetto che l’Ambito distrettuale ha avviato nel mese di febbraio di quest’anno aderendo al sistema nazionale SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) promosso dal Ministero dell’Interno, per il triennio 2014-2016, avvalendosi della collaborazione del Centro Caritas dell’Arcidiocesi di Udine, Onlus. Il sistema è composto dalla rete degli enti locali che, con il contributo delle realtà del terzo settore, realizzano interventi di accoglienza per quanti arrivano sul territorio italiano in cerca di protezione internazionale. Tali interventi sono finalizzati a facilitare i percorsi di inserimento socio-economico di richiedenti asilo e rifugiati attraverso servizi di orientamento, alfabetizzazione della lingua italiana, informazione e accompagnamento verso la riconquista di un’autonomia perduta e con l’obiettivo di rinforzare le opportunità di integrazione delle persone. 
 
All’iniziativa hanno aderito la Pro Loco di Cividale del Friuli, l’ACAT Cividalese, Cosmoteatro, la CRI Cividale, il Centro di Aggregazione Giovanile Cividale, la SOMSI di Cividale, l’AVoS di Cividale, l’ASP Casa per anziani di Cividale, il Centro di Ascolto Caritas di Cividale, l’AUSER Valli del Natisone, la Coop. Soc. ARACON di Udine, la Bottega del Mondo di Udine, l’Ass. Vicini di Casa onlus di Udine.

 

Condividi questo articolo

Facebookmail