Sabato 28 novembre: Giornata nazionale della colletta alimentare

Giunta alla 19ª edizione, l’iniziativa promossa dal Banco alimentare si propone di raccogliere alimenti destinati alle mense e alle altre realtà che sostengono gli indigenti.

Sabato 28 novembre anche nella nostra regione, promossa dal Banco alimentare, si rinnove un importante appuntamento di solidarietà con la Giornata nazionale della colletta alimentare.
Da 18 anni, infatti, nell’ultimo sabato di novembre, all’ingresso dei supermercati aderenti all’iniziativa, vengono distribuiti, ai consumatori che entrano per fare la loro spesa, dei sacchetti vuoti con l’invito a riempirli con un elenco dei prodotti più adatti allo scopo della raccolta benefica (preferibilmente prodotti per l’infanzia, tonno, olio, carne in scatola…). Obiettivo: raccogliere alimenti destinati alle mense e alle altre realtà che sostengono gli indigenti.
 
Come ha evidenziato Papa Francesco lo scorso 3 ottobre, in occasione dell’Udienza a volontari del Banco Alimentare, «La fame oggi ha assunto le dimensioni di un vero “scandalo” che minaccia la vita e la dignità di tante persone – uomini, donne, bambini e anziani −. Ogni giorno dobbiamo confrontarci con questa ingiustizia, mi permetto di più, con questo peccato, in un mondo ricco di risorse alimentari, grazie anche agli enormi progressi tecnologici, troppi sono coloro che non hanno il necessario per sopravvivere; e questo non solo nei paesi poveri, ma sempre più anche nelle società ricche e sviluppate». E ha proseguito: «Noi non possiamo compiere un miracolo come l’ha fatto Gesù; tuttavia possiamo fare qualcosa, di fronte all’emergenza della fame, qualcosa di umile, e che ha anche la forza di un miracolo. Prima di tutto possiamo educarci all’umanità, a riconoscere l’umanità presente in ogni persona, bisognosa di tutto».
 

 

Condividi questo articolo

Facebookmail