5 videoricette fanno incontrare richiedenti asilo e comunità locali

«Raccontami una storia» è un progetto Caritas che coinvolge 40 ragazzi richiedenti asilo ed è finalizzato all’apprendimento dell’italiano, e, più in generale, alla valorizzazione del dialogo interculturale per favorire un positivo inserimento sociale delle persone straniere nella comunità locale.

Per fare comunità, conoscersi ed accogliere ci sono mille strade. Una di queste è quella che passa attraverso le nostre cucine. «Raccontami un piatto» è una raccolta di video ricette, prodotte dalla Ranofilms, nell’ambito del progetto della Caritas diocesana di Udine, «Raccontami una storia».
 
«Raccontami una storia» è un progetto della Caritas Diocesana di Udine, finalizzato all’apprendimento della lingua italiana, alla diffusione della conoscenza di base della cultura e dell’educazione civica italiana e, più in generale, alla valorizzazione del dialogo interculturale al fine di favorire un positivo inserimento sociale delle persone straniere nella comunità locale.
 
Il progetto coinvolge circa 40 ragazzi ospiti del Convitto Civiform di Cividale del Friuli (minori stranieri non accompagnati – richiedenti asilo politico – adulti ex emergenza Nord Africa) e adulti in carico alla Caritas. Provenienza: Albania – Bangladesh – Pakistan – Afghanistan – Africa (Senegal, Costa D’Avorio, Togo, Nigeria).
 
Per la realizzazione delle video ricette sono stati organizzati dei laboratori di cucina, al Civiform, con la preparazione di piatti tipici dell’Afghanistan, Bangladesh e Senegal, elaborati dai ragazzi coinvolti nel progetto. I laboratori di cucina e la realizzazione delle video ricette ha permesso ai ragazzi di parlare di sé e del proprio vissuto attraverso la cucina tipica del loro territorio e ha facilitato importanti momenti di socializzazione tra i ragazzi.
 
Al link della pagina Vimeo del progetto potete guardare i video e quindi cimentarvi nella preparazione del Kabali Palao, Bangla Biriyani, Seekh Karai, Joffo rice, Thiebou dien.

 

Condividi questo articolo

Facebookmail