Come aiutare gli anziani durante il Coronavirus

4 idee per stare vicini ai propri nonni anche se a distanza

Prendersi cura dei propri anziani durante l’emergenza Coronavirus è una priorità per molte famiglie.

Gli over 65 si trovano ora ad affrontare un’altra grande prova di vita: vivere, seppur isolati dai propri cari e dalle abitudini di relazione.

Per tanti nonni, l’incontro giornaliero con il figlio o l’abbraccio ed il bacio del proprio nipote oppure l’aperitivo con il gruppo di amici, la lezione all’università della libera età sono elementi cardine del benessere e salute mentale. Seppure per un periodo limitato, queste abitudini devono essere messe in pausa.

Per alleviare il dolore causato dal vuoto e dal ridimensionamento dello stile di vita fino al 3 aprile, vi proponiamo alcune idee per stare vicini ai vostri cari, nel rispetto delle indicazioni per la tutela della salute personale e pubblica indicate nei diversi decreti emanati per contenere la pandemia da Coronavirus.

1 – Video chiamate senza ansia

Tanti nonni, in questi anni, sono diventati digitali e questa abilità acquisita vi permette oggi di vedervi e stare comunque in contatto attraverso la tecnologia. Se avete WhatsApp nel telefono sicuramente già sapete utilizzare la funzione “videochiama”; in alternativa può essere utilizzato anche il servizio gratuito di Google Hangout per collegare più persone contemporaneamente alla chiamata oppure Skype. Esistono servizi come Zoom per la condivisione di incontri digitali dalla durata più lunga.

Queste tecnologie possono permettere ai figli, ai nipoti e ai nonni di ritagliarsi uno spazio importante durante il giorno per stare insieme, condividere, vedersi e, perché no, ridere, sdrammatizzare o inventare qualcosa di nuovo. Sono tecnologie indipendenti dalla postazione fissa del pc ed esistono tramite app quindi, per esempio, se il nipote ha una passione per la falegnameria e ha un proprio laboratorio in cantina, il nonno, attraverso la video chiamata, può seguire l’avanzamento del progetto, dare consigli, essere utile attraverso lo smartphone.

2 – Libri via posta

Fatto salvo che tutte le grandi aziende digitali che vivono attraverso il commercio elettronico si sono adeguate ai nuovi protocolli di sicurezza per la gestione degli ordini, della merce e della ricezione di pacchi per l’utente, l’e-commerce è ancora (fino ad oggi) uno strumento che può essere utilizzato per reperire strumenti utili per impiegare il tempo in maniera costruttiva.

Se il nonno o la nonna sono appassionati di lettura ma non possono recarsi in biblioteca autonomamente e non potete portargli nuovi libri acquistati in libreria, una soluzione potrebbe essere sfruttare le librerie online (Amazon, IBS etc..) per regalare un pacco di romanzi con consegna a domicilio.

La lettura è un valido strumento per impegnare il tempo, distrarsi dalle cattive notizie e stare in compagnia. Le storie dei libri, oltre a divagare la mente, regalano spunti di riflessione o discussione. Sarà bello, poi, ascoltare le impressioni del lettore anziano rispetto al regalo ricevuto.

3 – Hobby online

Come per i libri, se il nonno o la nonna ha una qualche passione, questo potrebbe essere un buon momento per regalare, attraverso il web o la posta, dei materiali per vivere questi hobby in casa. Per esempio nuovi colori e pennelli per la passione della pittura. Puzzle da 1000 pezzi in su per i metodici. Diari da scrivere per le scrittrici o gli scrittori. Sementi per i coltivatori che apprezzano anche far nascere le piante in vaso. Se la persona ha un animale domestico ancora giovane sicuramente l’animale avrà bisogno di sfogare le energie: un buon regalo potrebbe essere qualche gioco di attivazione mentale per il cane. Questo tipo di strumenti, infatti, stanca la bestiola perché lo impegna cognitivamente e sarà più facile il riposo al termine.

4 – Lettere d’amore tutti i giorni

Chissà quante cose avete da raccontare ai vostri genitori anziani. Chissà quante emozioni vorreste condividere. Chissà quanto amore vorreste esprimere e donare ma, nella vita di tutti i giorni, non riuscite o non potete tradurre in parole. Questo tempo di forzata chiusura in casa può essere il momento buono per scrivere delle lettere ai vostri nonni o parenti anziani dando conforto attraverso i sentimenti positivi.

Le lettere sono uno strumento di comunicazione conosciuto dall’anziano: negli anni della loro giovinezza erano uno dei canali principali per il mantenimento delle relazioni e molto probabilmente riusciranno a “riconoscere” questo messaggio con il cuore e con il simbolo che rappresenta.

A tutti piace ricevere lettere con sentimenti positivi per noi anche se in questo periodo frenetico è rarissimo ricevere un messaggio d’amore attraverso posta tradizionale.

Prendersi cura degli anziani con amore

Queste sono solo alcune idee per impiegare il tempo a disposizione in maniera amorevole, senza lasciare soli i nostri anziani. Sappiamo che la loro prima necessità è il nostro amore e che la loro prima fonte di benessere è sentirci sereni.

A noi spetta l’impegno di respirare, rilassarci e relazionarci con i più deboli in maniera responsabile ma generosa.

Condividi questo articolo

Facebookmail