Lampadina sospesa – 3 ottobre 2020, Leroy Merlin Udine

Raccolta fondi a sostegno delle famiglie contro la povertà energetica

cover_lampadina-sospesa-1.jpg

Sabato 3 ottobre 2020, da Leroy Merlin torna l’iniziativa “La lampadina sospesa”, che ha l’obiettivo di raccogliere e donare lampadine a basso consumo a tante famiglie in condizioni di bisogno. 

Il 3 ottobre torna l’iniziativa “La Lampadina Sospesa” – Leroy Merlin Udine

Come partecipare?

Per partecipare all’iniziativa, sarà sufficiente acquistare una lampadina  a risparmio energetico  in uno dei nostri negozi e donarla ai volontari delle associazioni che troverete in negozio, subito dopo le casse.

Dove e quando?

In tutti i negozi Leroy Merlin, durante la giornata di sabato 3 ottobre 2020.

Perché farlo?

Si tratta di un piccolo contributo per aiutare tante famiglie e fronteggiare la lotta contro la povertà energetica, ovvero l’incapacità economica di far fronte alle spese per i bisogni energetici essenziali come riscaldamento, acqua calda ed energia elettrica.

Tra le cause della povertà energetica, le principali sono sicuramente le modeste risorse economiche delle famiglie italiane (l’8% vive in stato di povertà assoluta), unite a prezzi dell’energia molto alti, al di sopra della media europea. Tra il 2000 e il 2016 il prezzo dell’energia in Italia è aumentato del 60% per l’elettricità e del 35% per il gas, generando consumi medi annui per famiglia di circa 500 € all’anno per l’elettricità e circa 1100 € all’anno per il riscaldamento.

A complicare tutto ciò, il fatto che le famiglie più vulnerabili vivono spesso in abitazioni scarsamente efficienti dal punto di vista energetico, essendo quindi più più esposte al rischio di spese ancora più elevate. Un circolo vizioso che rischia di intrappolare le famiglie in una spirale di indebitamento.

Tuttavia,  semplici dispositivi per il risparmio energetico, come le lampadine a LEDuniti a qualche buona abitudine, possono ridurre i consumi fino al 10%, permettendo di economizzare anche centinaia di euro all’anno sulla bolletta domestica. Con un piccolo contributo possiamo aiutare tante famiglie ad abbassare le proprie bollette e ad uscire da condizioni di vita precarie.

Condividi questo articolo

Facebookmail